Comunicato stampa èStoria 2020

IL 24 LUGLIO COMINCIANO SUL CANALE YOUTUBE DI ÈSTORIA GLI INCONTRI DI ÈSTORIA 2020 – CONTROVIRUS.

È pronta a partire dal 24 luglio Controvirus, l’edizione 2020 del Festival internazionale della Storia, curata dall’associazione culturale èStoria. Si tratta di oltre quaranta incontri di approfondimento mirati a esplorare l’impatto delle pandemie sull’uomo dall’antichità a oggi, attraverso gli interventi dei massimi esperti mondiali di storia della medicina, storia economica, demografia, letteratura e storia dell’arte, con il consueto
approccio multidisciplinare del Festival. Ne deriverà un corpus storiografico di completezza unica tra le fonti a disposizione del grande pubblico, un percorso rigoroso e appassionante come da tradizione di èStoria, per ricordare la centralità della cultura come strumento di riflessione critica anche rispetto ai problemi odierni.
Un programma quotidiano proporrà gli appuntamenti giorno dopo giorno sul canale youtube di èStoria e al termine della rassegna tutti i video saranno messi a disposizione sulla piattaforma tv.estoria.it, alla quale è già possibile registrarsi gratuitamente, anche scrivendo una mail a info@estoria.it.

Il progetto è stato realizzato a partire dalle ultime settimane di lockdown nell’intento di dare una risposta qualificata al pubblico desideroso di approfondimento culturale proprio a partire dal tema cruciale del presente; Controvirus gode del patrocinio dell’Associazione Italiana Editori, dell’Università degli Studi di Trieste e dell’Università degli Studi di Udine. L’edizione è sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia attraverso l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato al Turismo e alle Attività Produttive, dal Comune di Gorizia, dalla Camera di Commercio Venezia Giulia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, cui si uniscono Amga energia & servizi – Gruppo Heracomm, Confedilizia e Civibank.

Dal 17 luglio, alcune pillole di Controvirus saranno presentate nell’àmbito della 39ª edizione del Premio internazionale alla miglior sceneggiatura “Sergio Amidei” (organizzato e ideato da Associazione culturale “Sergio Amidei”, dall’Associazione Palazzo del Cinema/Hiša Filma e al DAMS Cinema della sede goriziana dell’Università degli Studi di Udine). Grazie in particolare alla preziosa collaborazione con Transmedia Srl e il Kinemax Gorizia, dal 24 luglio al 2 agosto alle 21.30 una selezione quotidiana di video sarà proiettata ai Giardini Pubblici di Gorizia. A breve saranno pubblicati i calendari delle uscite su youtube e delle proiezioni ai Giardini Pubblici, nel frattempo sarà messo a disposizione del pubblico il programma descritto di tutti gli interventi.

Tra i relatori, Frank M. Snowden (storico dell’età contemporanea e della medicina, autore per Yale University Press di Epidemics and Society: From the Black Death to the Present) percorrerà la storia del rapporto tra epidemie e società; Giorgio Cosmacini traccerà un percorso cronologico di contagi e pandemie esaminando peste antonina, peste nera, peste del Manzoni e influenza spagnola. Paolo Mieli dialogherà con Adriano Ossola, curatore di èStoria, per riflettere sul Covid-19 come avvenimento della storia contemporanea, mentre lo scenario geopolitico sarà analizzato da Edward Luttwak e Kerry Brown con Guglielmo Cevolin riguardo allo scontro tra Stati Uniti e Cina, una panoramica globale sarà presentata da Sergio Romano e Antonio Carioti. Partendo dall’antichità, Giulio Guidorizzi e Alessio Sokol rifletteranno su come mito, letteratura, filosofia e storiografia affrontarono il tema dell’epidemia nel contesto dell’antica Grecia, Luciano Canfora e Francesco Maria Galassi con Marco Bergamasco indagheranno la peste ateniese nel racconto di Tucidide incrociando storiografia e paleopatologia, mentre Peter Heather e Matteo Sacchi tratteranno sull’impatto della peste nell’impero bizantino al tempo di Giustiniano. La peste del Trecento sarà affrontata da Franco Cardini e Barbara Frale con Matteo Sacchi nei suoi aspetti storico culturali, Fabio Cavalli ne darà una lettura dal punto di vista della storia della medicina. Alessandro Barbero converserà con Andrea Zannini sul senso della morte in età medievale, Massimo Livi Bacci presenterà lo scenario del Nuovo Mondo al tempo delle scoperte geografiche con l’esposizione dei nativi ai virus degli europei. Egidio Ivetic e Federico Moro con Paolo Medeossi comporranno lo scenario epidemico nell’Adriatico esaminando Venezia, Istria, Dalmazia e Bosnia; Pierantonio Frare, Angelo Stella e Armando Torno dalla Casa del Manzoni a Milano rileggeranno le pagine dell’autore dedicate alla peste del Seicento nella Storia della colonna infame e ne I promessi Sposi.

Ancora, Frank M. Snowden e Luigi Mascilli Migliorini seguiranno le campagne napoleoniche ad Haiti e in Russia per presentare gli effetti delle pestilenze negli eserciti dell’età moderna, Robert Gaynes presenterà invece la scoperta del vaccino contro il vaiolo da parte di Edward Jenner. Dei vaccini tra opportunità e contrarietà espresse in anni recenti da parte della pubblica opinione parlerà Bernice Hausman; Riccardo Chiaberge, Guido Alfani e Roberto Roveda si occuperanno dell’influenza spagnola, prima pandemia del Novecento. Sempre Guido Alfani presenterà le conseguenze socio-economiche della peste in una riflessione sulla disuguaglianza in connessione alle epidemie, mentre Jared Diamond rileggerà il suo capolavoro Armi, acciaio e malattie alla luce delle vicende di questi mesi. David Quammen, autore di Spillover, con Andrea Zannini porrà in risalto i legami tra sfruttamento ambientale e passaggio dei virus dagli animali agli uomini.

Nell’ambito delle novità editoriali recenti, Dacia Maraini presenterà con Marina Silvestri il suo romanzo in uscita Trio. Storia di due amiche, un uomo e la peste a Messina e Federico Rampini sarà intervistato da Adriano Ossola sul suo Oriente e Occidente. Massa e individuo. E ancora, tra i partecipanti, Arnaldo Marcone, Jerry Toner, Chiara Frugoni, Enrica Cozzi, Valerio Marchi, Anna Foa, Chiara Fragiacomo, John Henderson, Martina Delpiccolo, Christopher Hamlin, Eugenia Tognotti, Helen Bynum, Carolyn Day, Gareth Williams, Adriana Ammassari, Cristiana Pulcinelli, Roberto Volpi, Christine Loh, Melania Mazzucco, Emanuele Trevi, Alessandro Mezzena Lona, Tiziano Bonazzi, Fulvio Abbate, Fabio Pagan, Giovanni Rezza, Gian Antonio Stella e David W. Ellwood, Georg Meyr e Stefano Cosma.

SCARICA IL COMUNICATO